Friday, Aug 18th

Ultimo aggiornamento05:47:52 AM GMT

Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

Cordoglio per la scomparsa di Bino Bini Smaghi

alt

Il presidente Paolo Crescioli, i consiglieri e tutti i soci della Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas esprimono il più profondo cordoglio alla famiglia Bini Smaghi per la scomparsa dell'indimenticabile Bino, vincente lottatore nel dopoguerra con la maglia rossa della PGF Libertas. Con lui se ne va una parte significativa della nostra lunga storia.

Bino Bini Smaghi, fiorentino autentico, si era iscritto alla Libertas nel 1946 nella sezione “Lotta”. Classe 1925, mette subito in evidenza le sue straordinarie capacità fisiche e nel 1946 vince a Roma il suo primo Campionato Italiano di Lotta Greco Romana III Serie nella Categoria massimi. Il Consiglio Direttito della Libertas scrisse una lettera di ringraziamento a Bino Bini Smaghi per il suo brillante successo. Il marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano quando seppe della vittoria di Bino ai Campionati Italiani volle che iniziasse a frequentare la società ASSI Giglio Rosso, per verificare le sue potenzialità atletiche anche nel lancio del peso. Bino si allenerà per almeno due mesi sotto la guida di uno dei massimi esperti della specialità, Angelo Profeti, campione italiano dal 1938 al 1942 e dal 1945 al 1954, collezionando 26 presenze in Azzurro. Ma Bino, nonostante la bontà del maestro non dimostrò particolare attitudine in questa disciplina e non conseguì i risultati attesi da Ridolfi, pertanto continuò a dedicarsi alla lotta ove le cronache lo riportano vittorioso anche ai Campionati Nazionali Universitari di Roma nel 1950. Lo studio non gli consente di dedicarsi alla lotta come avrebbe voluto e forse anche desiderato più di ogni altra cosa. La sua carriera sportiva fu breve ma intensa ed ha regalato alla Libertas grandi emozioni. Grazie Bino!